L’idrolisi termica della biomassa in eccesso come i liquami è in grado di determinare una riduzione significativa di agenti patogeni e agglomerati durante il processo. Non sarà più necessario lo smaltimento convenzionale nelle discariche. Con Turbodec, inoltre, DMT potrà ora utilizzare la biomassa come fonte di produzione di fertilizzante rinnovabile.

Più valore

Le sostanze difficili da digerire vengono idrolizzate durante il processo. Di conseguenza, sarà possibile produrre più biogas utilizzando la stessa quantità di biomassa, mentre la digestione comporterà una minor quantità di biomassa. Inoltre, è possibile aumentare il carico di biomassa all’interno dei digestori, a causa del cambiamento idrodinamico della biomassa.

Processo continuo

Il sistema brevettato TurboTec® THP con miscelazione e separazione offre una configurazione continua. Le apparecchiature operano in condizioni stabili, senza periodi di inattività, per garantire apparecchiature di processo a costi di investimento ottimali. Inoltre, le apparecchiature ausiliarie e il consumo di energia operano in modalità continua,per soddisfare appositamente la domanda di progetti. La regolazione della configurazione può essere eseguita in base ai requisiti dei clienti, per evitare ogni contatto con il materiale pre e post idrolisi.

Pretrattamento e scambio termico

Prima di entrare nel sistema, la biomassa grezza viene vagliata. Questa operazione può essere eseguita, ad esempio, attraverso la vagliatura in fasi o con un tamburo statico. Questa operazione elimina i tempi di fermo macchina non solo nel TurboTec® THP ma anche nel digestore, migliorando allo stesso tempo la qualità finale della biomassa. Dopo essere stata setacciata, la biomassa grezza viene parzialmente scaldata utilizzando il calore della biomassa in uscita. Per farlo, è possibile servirsi della fase di miscelazione-separazione, degli scambiatori di calore o una combinazione di entrambi.

Idrolisi

La temperatura del flusso continuo di biomassa grezza calda viene maggiormente aumentata con l’utilizzo di vapore a 140 – 160 °C immesso nel reattore. Al suo interno, il materiale viene trattenuto un periodo di tempo sufficiente a un processo di idrolisi adeguato. Il reattore è un sistema continuo a perfetta miscelazione (CSRT), ovvero il suo contenuto è mantenuto costantemente in un ambiente turbolento. In questo modo, tutto il materiale subisce l’idrolisi e si previene il deposito.

Post-trattamento

In seguito all’idrolisi, la biomassa viene raffreddata attraverso il contatto con residui grezzi, gli scambiatori di calore o entrambi. La biomassa presenta ora una viscosità bassa, può essere facilmente pompata e trattata in modo ottimale all’interno dei digestori convenzionali. A causa dell’idrolisi, nella fase di digestione verranno rilasciati maggiori quantità di fosfati e ammoniaca, che è possibile recuperare sotto forma di struvite e solfato di ammonio.

 

Prodotti
Purificazione del biogas
Desolforazione del gas