DMT è consapevole del fatto che i biogas hanno delle proprietà distinte. Il principio delle tecnologie è l’assorbimento di H2S in un liquido e la successiva ossidazione in zolfo elementare o solfato. In quanto specialisti nel settore, DMT offre tre soluzioni per la desolforazione del gas. Con il nostro SSweet (Sulfurex Selection Work Expert Tool) è semplice definire la soluzione più appropriata per la desolforazione del gas. Innanzitutto, la descrizione del prodotto.

 

Sulfurex® CR (riutilizzo caustico) è un sistema di depurazione chimica nel quale H2S viene assorbito in un liquido a pH elevato in modo da aumentare la capacità di assorbimento del solvente, quindi viene ulteriormente ossidato durante il trattamento aerobico dell’effluente in un impianto di trattamento delle acque di scarico (WWTP).

Sulfurex® BF (letto percolatore) è un processo biologico nel quale H2S viene assorbito in una soluzione a pH ridotto e successivamente ossidato biologicamente in zolfo/solfato in situ.

Sulfurex® BR (rigenerazione biologica) è la combinazione di Sulfurex® CR e un bioreattore per la rigenerazione biologica di sostanza caustiche. Nel  Sulfurex® BR, H2S viene assorbito in un solvente in condizioni alcaline e poi ossidato ulteriormente in zolfo all’interno del bioreattore.

Poiché la tecnologia Sulfurex® BR rappresenta una solida combinazione di diverse tecnologie di desolforazione, di seguito verranno illustrate le modalità con cui opera tale processo.

 

Sulfurex® BR, descrizione del prodotto

Il biogas viene prodotto grazie alla fermentazione dei rifiuti biologici ed è considerato una delle energie rinnovabili più importanti in sostituzione del gas naturale. Il syngas è prodotto attraverso la gassificazione di un combustibile contenente carbonio ed è utilizzato come prodotto intermedio nella generazione di gas naturale sintetico. È possibile che entrambi i gas contengano acido solfidrico, il quale deve essere rimosso a causa di potenziali problemi meccanici e per ragioni ambientali e di sicurezza.

Sulfurex® BR è un processo di desolforazione in grado di combinare la desolforazione chimica a pH medio o elevato e la rigenerazione biologica del solvente (sostanza caustica). Il sistema è composto da una colonna a riempimento, un reattore biologico e un sedimentatore. Questa figura mostra un diagramma di flusso del processo relativo a Sulfurex® BR.

 

Colonna a riempimento

Il biogas entra nel sistema di depurazione in fondo alla torre e scorre verso l’alto attraverso una colonna di riempimento di circa 12 metri in altezza. Quindi viene distribuita una soluzione caustica dalla cima della colonna al di sopra del supporto di riempimento; la soluzione scende attraverso il materiale di riempimento controcorrente rispetto alla direzione del gas. Il materiale di riempimento all’interno della colonna garantisce un buon contatto tra l’acido solfidrico e il liquido di processo, per la massima efficacia.

Mentre il biogas fluisce attraverso la colonna di riempimento, l’acido solfidrico viene assorbito nel solvente. Nella parte superiore della colonna, il gas ne uscirà privo di acido solfidrico. Il liquido di processo saturo viene raccolto nel pozzetto apposito, che si trova in fondo al sistema di depurazione, e fatto fluire grazie alla gravità verso il bioreattore.

Bioreattore

Nel bioreattore, l’acido solfidrico presente nel liquido o biologicamente ossidato in zolfo elementare (S0) attraverso il batteri Thiobacillus. L’ossigeno richiesto viene fornito grazie a un sistema di aerazione installato in fondo al bioreattore. Durante l’ossidazione, la soluzione caustica viene rigenerata prima di essere utilizzata per un altro ciclo di lavaggio all’interno del sistema di depurazione.

Nel bioreattore, l’acqua, i nutrienti e la sostanza caustica vengono automaticamente rinvigoriti per la crescita cellulare e per garantire un funzionamento ottimale. Qualora il livello di liquido del reattore misurato risulti maggiore del valore di riferimento, una parte del liquido verrà scaricata. La corrente di spurgo non è dannosa, infatti può essere scaricata e non richiede alcuna forma di post trattamento. In condizioni ottimali, il 98% dell’acido solfidrico viene convertito in zolfo elementare.

Sedimentatore

Lo zolfo elementare viene separato dal liquido di processo nel sedimentatore, che può essere integrato all’interno del bioreattore. Il sedimentatore viene alimentato con una piccola parte dell’effluente proveniente dal bioreattore. Il liquido di processo che fuoriesce (TSS basso) scorre dal sedimentatore al bioreattore. I residui di zolfo vengono rimossi dal fondo del sedimentatore con un tenore in sostanza secca elevato pari al 5-10% della massa. Questi residui di zolfo possono essere utilizzati come fertilizzante di alta qualità.

 sulfurexbr_scedule_process

Vantaggi

Sulfurex® BR è una tecnologia di desolforazione flessibile, in grado di ottenere basse concentrazioni di scarico relative all’acido solfidrico e bassi costi operativi, grazie alla fase di rigenerazione. Dato che l’iniezione dell’aria avviene nel bioreattore, questa tecnologia è ideale per la purificazione del biogas, nonché per alti carichi di zolfo, dato che la riduzione dei costi operativi compensa l’elevato costo di investimento iniziale (in contrasto con i processi puramente biologici o chimici).

 

DMT è un esperto nella desolforazione dei flussi di gas, poiché è in grado di offrire una selezione di 3 diverse tecnologie per la rimozione efficace e sicura di H2S dai flussi di gas e di trovare la migliore soluzione per i suoi clienti.